Workshop di formazione per gli studenti di Cà Foscari

Workshop di formazione per gli studenti di Cà Foscari
Evoluzione digitale anche nel placement per laureandi e laureati Cà Foscari

Mercoledì 17 a a Venezia, Workshop di formazione  in collaborazione con  Unive,  il Settore Placement dell’Università Ca’ Foscari, che ha organizzato una settimana di formazione gratuita rivolta agli studenti e laureati di Ca’ Foscari, finalizzata all’analisi e allo sviluppo di un’idea di business.

Il laboratorio è svolto in collaborazione con La Fornace, incubatore d’impresa veneto che mira a diffondere una cultura imprenditoriale innovativa, vicina ai temi della creatività e dell’arte, e con UniCredit, gruppo bancario che partecipa alle attività del laboratorio con In- Formati, programma integrato di Educazione Bancaria e Finanziaria.

A CHI È RIVOLTO?

A 20 studenti e/o laureati cafoscarini che:
– hanno un’idea d’impresa;
– non hanno ancora sviluppato un’idea d’impresa, ma sono interessati a far parte di un team per lo sviluppo di un’idea; – sono già costituti in team e hanno un’idea di busines da sviluppare.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

Al fine di favorire un processo di confronto e di condivisione, lo sviluppo delle idee sarà portato avanti non dai singoli, ma attraverso la costituzione di gruppi di lavoro, i quali avranno a disposizione spazi di coworking per approfondire in sessioni autonome i vari elementi del business e arricchirli con le nozioni apprese nelle lezioni d’aula.

 

La rivoluzione digitale come evoluzione culturale aziendale. Workshop a Torino

La rivoluzione digitale come evoluzione culturale aziendale. Workshop a Torino

A Torino, Palavela, il prossimo 16 giugno, ore 15.00, invitati dalla Compagnia delle Opere Piemonte, in occasione dell’evento Expandere 2016, parleremo agli imprenditori di “Evoluzione Digitale”, sostenendo che imprese ed imprenditori per continuare o per tornare ad essere rilevanti e competitive non hanno alcun bisogno né di “strumenti digitali”, né di “specialisti digitali”, né di “agenzie digitali”.

Hanno semplicemente bisogno di tornare a fare gli imprenditori, di ricominciare ad ascoltare gli utenti, di parlare il loro nuovo linguaggio e di attivare e riattivare le connessioni con collaboratori e clienti.

Sostanzialmente occorre rimettersi in pista, strutturarsi per lavorare in modo definitivamente diverso e utilizzare le dinamiche di comunicazione attuali semplicemente per comunicare che si è ripartiti e che si fa di nuovo parte dell’ecosistema sociale e culturale attuale.

Le scorciatoie non esistono e gli strumenti tecnologici sono irrilevanti, l’elemento aggregatore resta quello di sempre: empatia con il mondo esterno. E non esiste empatia senza cultura.

scarica il programma del workshop